QUALI SONO I BENEFICI QUANDO LASCI I TESTIMONI DI GEOVA O QUALSIASI ALTRO GRUPPO COERCITIVO?


Bonnie Zieman, ha trascorso 30 anni della sua vita nell’organizzazione dei Testimoni di Geova. Dopo la sua sofferta uscita dal gruppo è diventata una psicoterapeuta e ora porta la sua esperienza, formazione ed empatia in aiuto alle persone che sono o stanno per uscire da culti religiosi o da relazioni abusive e si trovano ad affrontare la sfida di superare gli effetti della manipolazione mentale, dell’influenza invasiva, dell’ostracismo e abuso.

Di seguito vi propongo una libera traduzione dal suo libro “Uscita dal Culto JW: un manuale di guarigione: per testimoni attuali e ex testimoni di Geova”.


Visto che l’Associazione Insieme per Ricominciare ha come missione aiutare le persone a liberarsi dalla propria gabbia e, molti dei suoi associati facevano parte di culti religiosi coercitivi (Testimoni di Geova, ma non solo), è mia intenzione pubblicare regolarmente degli estratti dal libro di Bonnie Zieman. Queste informazioni non si rivolgono solo a persone che si sono sentite in gabbia in gruppi religiosi ma anche in altre situazioni di manipolazione mentale. In questo articolo basta sostituire il nome Torre di Guardia con qualsiasi altra situazione abusiva stiate vivendo. Le dinamiche di manipolazione mentale sono le stesse, sia che si tratti di un’organizzazione religiosa, politica, network marketing, relazioni tossiche.

Buona lettura, Mary Anne Rossit - Coach


Quali sono i benefici quando lasci i Testimoni di Geova o qualsiasi altro gruppo coercitivo?


Prima di considerare le sfide che sorgono quando scegliamo di uscire dall'organizzazione Torre di Guardia, ricordiamo a noi stessi tutti i benefici che possono migliorare la nostra vita una volta usciti. Ovviamente, i maggiori benefici sono che avremo ridefinito la "verità" e rivendicato il nostro diritto di essere liberi e di decidere per noi stessi. La libertà e la verità saranno di nuovo nostre! Ecco due elenchi di altri vantaggi di cui godrai una volta fuori dal culto della JW. Queste liste non sono affatto esaustive. Sono sicura che sarai in grado di aggiungere molti più aspetti positivi.


SIAMO FINALMENTE LIBERI DI:

1. possedere la nostra vita e vivere davvero

2. riprenderci il nostro tempo e goderci le nostre ore, giorni, anni

3. esplorare, sperimentare, scoprire

4. imparare cose nuove ed eccitanti

5. viaggiare per il mondo

6. conoscere noi stessi

7. divertirci come vogliamo

8. provare gioia, soddisfazione, pace

9. esprimerci creativamente

10. coltivare una vasta gamma di amicizie interessanti

11. essere davvero parte di questo grande mondo

12. porre domande, dissentire ed esercitare il pensiero critico

13. usare la nostra innata curiosità e intelligenza

14. farci un’istruzione

15. celebrare la vita in una miriade di modi,

16. scegliere e decidere come meglio crediamo

17. vivere la nostra sessualità come meglio crediamo

18. poterci riposare durante il fine settimana


SIAMO FINALMENTE LIBERI DA:

1. il rigido programma imposta dalla Wachtower per la nostra vita

2. indebita influenza su così tante nostre scelte

3. ingiusta disciplina o abusi

4. aspettative irrealistiche

5. pressione costante e stress

6. isolamento

7. la minaccia della distruzione ad Armageddon

8. presunte date per la fine del mondo

9. il dovere andare in predicazione

10. studiare sempre il solito materiale

11. dover rendere conto a qualcuno di come passiamo il nostro tempo

12. tutte le regole su ciò che possiamo leggere, guardare o ascoltare

13. regole sull’abbigliamento

14. passare le nostre vacanze alle assemblee

15. chiederci se ci stanno controllando

16. essere segnalati agli anziani per un presunto errore

17. dover segnalare gli errori degli altri

18. non poter partecipare alle attività della comunità

19. non poter partecipare a celebrazioni culturali

20. dissonanza cognitiva mentre ci adattiamo alle “nuove verità”

21. essere considerati un servo, una pecora, un proclamatore

22. accettare qualsiasi cosa il corpo direttivo decida

23. avere “la polizia sessuale” in camera nostra

24. dire ai nostri figli tutte le cose che non possono fare

25. vedere i nostri figli rimanere ai margini della scuola

26. avere la preoccupazione di rifiutare il sangue se ne avessimo bisogno

27. interdizioni sull'uso di internet

28. interdizione sulla nostra educazione o quella dei nostri figli

29. fare lavori umili per potere servire meglio la congregazione

30. far stare i nostri figli in contatto con pedofili protetti

31. pettegolezzi di gruppo

32. stare in compagnia di persone che non avremmo mai scelto noi

33. non conoscere o esprimere chi siamo veramente

34. disturbi psicosomatici a causa di tanta repressione

35. giustificarsi su come passiamo il nostro tempo o come spendiamo nostri soldi

36. essere bloccati in una struttura gerarchica e piramidale

37. fingere che stiamo bene

38. vivere con un solo sistema di riferimento


Queste liste, anche se incomplete, sono sufficienti per convincerci a fuggire da qualsiasi sistema di controllo del pensiero in cui siamo rimasti intrappolati. Certo, questa è la buona notizia. La cattiva notizia è che nonostante tutti i benefici e il sollievo di cui godiamo una volta fuori, molto spesso restiamo emotivamente, psicologicamente e spiritualmente feriti. Come se non fosse abbastanza, molti gruppi coercitivi sono ben noti per aver trovato modi per continuare a ferirci o punirci anche dopo la nostra fuga. In particolare, i leader di una setta non accettano con gentilezza chi osa smascherare le loro pratiche ingannevoli e dannose e hanno regole su come si debba trattare chiunque osa pensare di lasciare il gruppo. Il modo in cui veniamo trattati, se vogliamo andarcene, è inumano. Siamo etichettati, minacciati, costretti, intimiditi, messi sotto processo e banditi da amici, familiari e dall'intera comunità quando vengono a sapere della nostra “mancata” fedeltà. Viviamo ancora alle prese con gli effetti del lavaggio del cervello e le ferite subite anche nel mentre spezziamo le catene, a volte, l'orribile colpo dell'ostracismo da parte di familiari e amici. Come già detto, questo libro è stato scritto come un compagno di recupero per chi sta per uscire o è già uscito da un distruttivo, gruppo di controllo.

Pur godendo di tutti i vantaggi dall’essere usciti da un'organizzazione molto esigente, possiamo fare molto per aiutarci ad affrontare e guarire dagli inganni, i comportamenti programmati, le paure persistenti, gli tentativi di assalto ai nostri diritti.

Libera traduzione dal libro di Zieman Bonnie, Uscita dal Culto JW: un manuale di guarigione: per testimoni attuali e ex testimoni di Geova.


Seguici sul blog!!! Nei prossimi articoli andremo a vedere quali sono i sentimenti che una persona prova nel processo di lasciare o una volta uscito da un’organizzazione coercitiva, le varie fasi del cambiamento e come affrontare con strumenti pratici tutto questo.


GUARIRE E RIPRENDERE IN MANO LA PROPRIA VITA, SI PUÒ! A presto....

160 visualizzazioni

©2020 Tutti i diritti riservati di Associazione Ricominciamo Insieme C.F.: 96111900229 . Proudly created by Gio SMM Agency